Spara al cane : dipendente del Consorzio di Ferrara viene licenziato | FbSocialPet

spara al cane FbSocialPet
Licenziato perchè spara al cane

Un dipendente spara al cane e il Consiglio del Consorzio Bonifica di Burana, nella seduta di venerdì 21 aprile, adotta la delibera del provvedimento del suo licenziamento reo appunto dell’uccisione a colpi di fucile del proprio animale, a  Bondeno (Ferrara), all’interno del territorio del Consorzio.

E’ quanto riferisce in una nota la LEAL (Lega Antivivisezionista sede di Ferrara) aggiungendo che il provvedimento è stato adottato dal Consiglio in attesa che anche la giustizia penale faccia il suo corso. La Leal aggiunge: “Ci batteremo per l’inasprimento delle pene a chi usa violenza sugli animali”


SPAZIO PUBBLICITARIO

       REGISTRA  GRATIS IL TUO AMATO ANIMALE SU FBSOCIALPET (ANCHE CON IL TUO ACCOUNT FACEBOOK O TWITTER, TI BASTA UN CLICK!) 

Il provvedimento di licenziamento adottato dal Consorzio in attesa della sentenza penale è di fatto un grande successo per l’Associazione che, supportata in una recente manifestazione congiunta con altre associazioni animaliste di rilievo, (quali Animaliamo Onlus, ENPA, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Animal Liberation ecc) l’aveva ultimamente chiesta a gran voce dopo che il fattaccio ( dipendente del consorzio che spara al cane) era salito alle cronache diventando di pubblico dominio suscitando grande indignazione nell’opinione pubblica.

Comunicato ufficiale LEAL

A questo proposito la Responsabile LEAL Ferrara, Stefania Corradini, in una nota commenta : “Denunciare si può e si deve.  Gli animali non sono cose messe a disposizione dell’uomo per esercitare su di loro  potere di vita o di morte, ma esseri senzienti dotati di coscienza esattamente come noi, nei cui confronti l’uomo non ha solo il dovere del rispetto ma anche quello di tutela della vita e della salute.  A più di dieci anni dall’entrata in vigore della legge 189 sul maltrattamento degli  animali, ci impegneremo a livello nazionale per una sua revisione e miglioramento,  affinchè si giunga ad un inasprimento delle pene verso qualsiasi condotta di violenza sugli animali, perché sia riconosciuto e garantito, anche a livello giuridico, il rispetto dei diritti a loro dovuti”.


SPAZIO PUBBLICITARIO

       REGISTRA  GRATIS IL TUO AMATO ANIMALE SU FBSOCIALPET (ANCHE CON IL TUO ACCOUNT FACEBOOK O TWITTER, TI BASTA UN CLICK!) 

Rilevanza penale

L’Associazione rimane in attesa anche dello sviluppo del procedimento penale a carico dell’uomo monitorando la situazione in attesa che si giunga ad una sentenza verificando che non vengano spenti i riflettori su una vicenda che potrebbe fare giurisprudenza considerato il fatto che fino ad oggi casi simili di maltrattamento e uccisione di animali (anche domestici) non portava quasi mai a sviluppi concreti giudiziari ma al massimo si fermava all’indignazione ( e in alcuni casi all’indifferenza) della gente.

Noi da parte nostra auspichiamo che venga finalmente adottato in sede penale un provvedimento proporzionale alla crudeltà del gesto che possa diventare di monito a chi si comporta male verso il proprio animale per ravvedersi e migliorarsi nel rapporto uomo animale elevandolo al rango, che gli appartiene, di essere senziente da rispettare in quanto tale.

Redazione FbSocialPet 

Foto : Web


SPAZIO PUBBLICITARIO

       REGISTRA  GRATIS IL TUO AMATO ANIMALE SU FBSOCIALPET (ANCHE CON IL TUO ACCOUNT FACEBOOK O TWITTER, TI BASTA UN CLICK!) 

Iguana

Amministratore FbSocialPet

Comments 2

  1. Nina

    Che cuore pieno di cattiveria deve avere quest’uomo per arrivare a sparare al proprio cane ?! che crudeltà .. giustissimo fargliela pagare ..

  2. Kimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *